socio fondatore bravoteam




Non sono presenti promozioni al momento. Torna a trovarci!

 

la certificazione o qualificazione energetica

certificazione energetica casa

 

la certificazione o qualificazione energetica: certificato obbligatorio per immobili costruiti o venduti

1. Come si è giunti all’attestato di certificazione energetica?
2. I dubbi
3. In sintesi le novità più interessanti del dpr 6 marzo 2009 per il settore dei serramenti
4. Validitá dell’attestato
 
Dal 1° luglio 2009 è entrato in vigore l’obbligo di dotare di attestato di certificazione energetica le singole unità immobiliari, sia esistenti che di nuova costruzione. Tuttavia, nelle regioni in cui non è stato predisposto, la certificazione energetica è di fatto sostituita dall’ attestato di qualificazione energetica, redatto dal direttore dei lavori e presentato al Comune di competenza contestualmente alla dichiarazione di fine lavori.
 

1. COME SI È GIUNTI ALL’ATTESTATO DI CERTIFICAZIONE ENERGETICA?

I continui incrementi nel costo dell’energia hanno portato l’Unione Europea a sviluppare dei programmi per promuovere la cultura del risparmio energetico partendo dagli elementi che maggiormente consumano ed inquinano: gli edifici ad uso abitativo. L’attestato di certificazione energetica è uno strumento in grado di restituire trasparenza al mercato dei servizi energetici creando un circuito virtuoso che porterà ad una riduzione continua e costante dei consumi energetici.
 
D’ora in avanti un edificio “di qualità” dovrà essere valutato anche in base al suo consumo energetico, non solo in base ai numerosi fattori che ne determinano il valore.
 

2. I DUBBI

Purtroppo, a confondere le idee al cittadino, sta il fatto che di attestati di qualificazione energetica ne esistono due, con identico titolo. Il primo, più conosciuto, è il Decreto Economia e Finanze 19 febbraio 2007, che va compilato telematicamente sul sito dell’Enea per poter ottenere la detrazione del 55% sul risparmio energetico.
 
Il secondo è citato dal Dlgs n. 152/2005 sul rendimento energetico in edilizia, come un semplice documento che può essere predisposto a cura dell’interessato, al fine di semplificare il rilascio della certificazione energetica.
 

3. IN SINTESI LE NOVITÀ PIÙ INTERESSANTI DEL DPR 6 MARZO 2009 PER IL SETTORE DEI SERRAMENTI

Le metodologie di calcolo per le prestazioni energetiche degli edifici sono definite dalle norme tecniche UNI TS 11300.
I criteri generali e i requisiti delle prestazioni energetiche di edifici e impianti confermano quelli fissati dall’allegato I del D.Lgs 192/2005, e aggiungono:
  • precisazioni sui valori di trasmittanza limite per le chiusure apribili (porte, finestre ecc.);
     
  • un valore massimo ammissibile della prestazione energetica per il raffrescamento estivo dell’involucro;
     
  • requisiti specifici minimi per i limiti di emissione del generatore e l’isolamento termico dell’involucro edilizio in caso di edifici dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili;
     
  • valutazione di utilizzo, in presenza di ristrutturazione di edifici esistenti, di sistemi schermanti o filtranti per le superfici vetrate.
 
Inoltre:
  • almeno il 50% dell’energia richiesta per la produzione di acqua calda sanitaria deve provenire da fonti rinnovabili;
  • è obbligatoria l’installazione di impianti fotovoltaici e la predisposizione del collegamento a reti di teleriscaldamento.
 

4. VALIDITÁ DELL’ATTESTATO

L’attestato ha una validità temporale massima di dieci anni e tale validità non viene inficiata dall’emanazione di provvedimenti di aggiornamento del decreto e/o introduttivi della certificazione energetica di ulteriori servizi quali, a titolo esemplificativo, la climatizzazione estiva e l’illuminazione (art. 6, comma 1);
 
La validità massima dell’attestato di certificazione di un edificio è confermata solo se sono rispettate le prescrizioni normative vigenti per le operazioni di controllo di efficienza energetica, compreso le eventuali conseguenze di adeguamento, degli impianti di climatizzazione asserviti agli edifici. In caso di mancato rispetto delle predette disposizioni, l’attestato di certificazione decade il 31 dicembre dell’anno successivo a quello in cui e’ prevista la prima scadenza non rispettata per le predette operazioni di controllo di efficienza energetica (art. 6, comma 2);
 
All’attestato di certificazione energetica sono allegati i libretti di impianto o di centrale di cui all’art. 11, comma 9, del decreto del Presidente della Repubblica 26 agosto 1993, n. 412, in originale o in copia (art. 6, comma 3).
 
Il decreto stabilisce l’obbligo di aggiornare l’attestato di certificazione energetica ad ogni intervento di ristrutturazione, edilizio e impiantistico, che modifica la prestazione energetica dell’edificio nei termini seguenti:
  • Ad ogni intervento migliorativo della prestazione energetica a seguito di interventi di riqualificazione che riguardino almeno il 25% della superficie esterna dell’immobile;
     
  • Ad ogni intervento migliorativo della prestazione energetica a seguito di interventi di riqualificazione degli impianti di climatizzazione e di produzione di acqua calda sanitaria che prevedono l’istallazione di sistemi di produzione con rendimenti piu’ alti di almeno 5 punti percentuali rispetto ai sistemi preesistenti;
     
  • Ad ogni intervento di ristrutturazione impiantistica o di sostituzione di componenti o apparecchi che, fermo restando il rispetto delle norme vigenti, possa ridurre la prestazione energetica dell’edificio.

 

Le informazioni richieste dall’attestato di certificazione energetica riguardo 17 distinte voci relative all’edificio, all’efficienza energetica, agli interventi, ai sopralluoghi e al certificatore.

Content on this page requires a newer version of Adobe Flash Player.

Get Adobe Flash player

Content on this page requires a newer version of Adobe Flash Player.

Get Adobe Flash player

Content on this page requires a newer version of Adobe Flash Player.

Get Adobe Flash player



CONTROTELAIO FLASH TRE THERMIC IN ACCIAIO ZINCATO CHE TRATTIENE IL CALORE

Consente di migliorare le prestazioni termiche dei vostri infissi riducendo la possibilità di formazione di condensa e muffe... segue »

LINEA TENDE DA SOLE

Sfoglia on line la nuova brochure "Linea tende da sole ALXO" segue »

 

 

LINEA PERGOLE E VELE

Sfoglia on line la nuova brochure "Linea pergole e vele ALXO" segue »

 

Solo 7 cm per tutta la tecnologia e la sicurezza di una porta scorrevole

GEZE e la sua gamma di porte automatiche “SLIMDRIVE”. Leggere, modulari, a montaggio rapido... segue »




Guarda tutti i fornitori Ľ









ALXO S.r.l. - Viale del Lavoro, 3 | 37040 Arcole (VR) | Italy | Tel.: +39 045 6144411 | Fax: +39 045 6144405
P.IVA, C.F. e Nr Iscrizione al registro delle imprese di Verona 00756070231 | Nį REA 155725 - Cap. Soc. Ä 405.839,16 i.v.

Mediaticaweb